Binson Echorec 2 T7E

Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E
Binson Echorec 2 T7E

Binson Echorec 2 T7E

In questo articolo presentiamo il Binson Echorec 2, lo strumento che ha reso famoso il sound di David Gilmour in tutto il mondo. Si tratta di una complessa macchina creata in Italia dall’Ing. Bini per riprodurre nella via più verosimile possibile gli effetti di eco e riverbero.  Il principio di funzionamento è basato su un un tamburo, sul quale è esternamente installata una porzione di materiale ferromagnetico, e 5 testine di cui la prima ha il compito di registrare il segnale sulla banda magnetica mentre le altre 4 svolgono la lettura del segnale presente sulla banda. Il ritardo dipende dalla distanza tra la testina di registrazione e quella di lettura e dalla velocità di rotazione del disco. Rispetto ai modelli precedenti l’Echorec 2 presenta delle migliorie come l’utilizzo di un motore più potente per il trascinamento del disco e l’introduzione del controllo di tono per il segnale ripetuto. L’esemplare nelle foto necessitava di una revisione totale che ha portato allo smontaggio completo dello strumento: si è reso necessario sostituire tutti i potenziometri elettrolitici, pulizia del motore, allineamento completo delle testine e sostituzione dei resistori in perdita. In particolare, abbiamo dovuto sostituire completamente il cablaggio interno in quanto, su alcune versione di Echorec, sono stati utilizzati dei cavi con una guaina che con il passare degli anni si sgretola dando luogo a perdite e pericolosi guasti accidentali come potete vedere nelle foto. Dopo il ripristino, oggi il proprietario lo utilizza regolarmente nelle esibizioni con la sua band.

Messaggio di Emanuele: questo album è dedicato a Roberto Pistolesi, straordinario tecnico che tanti anni fa, quando ero un ragazzino curioso di conoscere i segreti dell’Echorec, mi aiutò per telefono a riparare questa macchina fantastica. Tutti i giorni appuntamento alle 14 per una settimana. Oggi purtroppo Roberto non c’è più. A te va tutta la mia infinita stima ed amicizia.

Potete leggere un articolo dedicato a Roberto al link http://www.italianshadowscommunity.com/Roberto_ITAL.html

Share: