Binson Echorec T5E

Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E
Binson Echorec T5E

Binson Echorec T5E

Questa volta sul nostro banco di lavoro abbiamo ospitato un Binson Echorec T5E, il primo modello che ha reso famosa la casa milanese in tutto il mondo. Si presenta con la classica mascherina tutta dorata, caratteristica dei primi modelli, e con 6 manopole. Differentemente dall’Echorec 2, le manopole corrispondono a controlli leggermente diversi. INTERRUTTORE: è un commutatore che accende lo strumento nella prima posizione, avvia il motore nella seconda. SELETTORE ECO/ALO: Seleziona la modalità Eco oppure Alo (riverbero), in maniera analoga all’Echorec 2. VOLUME REG. Regola il livello del segnale sulla testina di registrazione. LUNGH. ALO: Controlla il numero delle ripetizioni. VOL ECO/ALO: Regola il volume in uscita dalle testine. RITARDI: E’ un commutatore che seleziona le differenti combinazioni tra le testine. Soffermandoci sui controlli, la differenza sostanziale con l’Echorec 2 è che su quest’ultimo è presente una manopola per controllare il tono delle ribattute ed hanno sacrificato la manopola INTERRUTTORE inglobandola nel controllo VOL REG che è un potenziometro con interruttore. E’ da notare che il modello T5E (sia Echorec 1 che Echorec 2) non presentano problemi di deterioramento dei cavi tipico di alcuni modelli T7E.

Questo strumento è stato acquistato da Emanuele per 35€ in un mercatino dell’usato (ogni tanto i colpi di fortuna capitano anche a noi, non solo ai nostri clienti :)). Si presentava in uno stato pietoso: senza il disco di registrazione, senza valvole, motore spaccato, testine smontate, un tastino dell’interruttore mancante. A quel prezzo però non poteva essere di certo lasciato li, quindi decidiamo di acquistarlo. Ci sono voluti anni per riportarlo ai fasti dell’epoca, dopo aver ritrovato un disco magnetico, il tastino mancante, ripristinato il circuito originale (qualcuno lo aveva modificato), sostituito i condensatori elettrolitici e soprattutto ritarato le testine di registrazione/lettura. Oggi si trova all’interno del nostro laboratorio e lo usiamo frequentemente per prova suoni. L’idea di riprodurre un pedale in grado di emulare in maniera fedele il Binson Echorec è già in atto…

Share: